Trekking sulle Creste di Pescasseroli

Trekking sulle Creste di Pescasseroli

DIFFICOLTA’: Escursionistico Esperto (Impegnativo).

DISLIVELLO: 1500 metri tra andata e ritorno.

LUNGHEZZA: circa 16 Km.

DURATA: 7-8 ore

PARTENZA in PRIMAVERA, ESTATE e AUTUNNO: da concordare al momento della prenotazione

COSA PORTARE: Scarpe da trekking, pantaloni lunghi da escursione, zaino comodo per portare: una borraccia d’acqua, oppure un thermos per una bevanda calda, felpa, giacca a vento, cappello e guanti caldi, macchina fotografica, binocolo e se abituati, bastoncini da trekking.

INFORMAZIONI: Questo tipo di escursioni devono essere prenotate con almeno una settimana di anticipo; ma se ci pensate all’ultimo momento, provate lo stesso a chiamare, se stiamo uscendo saremo lieti di portarvi con noi. Numero minimo di partecipanti 4. Tutte le escursioni sono curate da Guide Ambientali Escursionistiche iscritte all’Associazione Italiana delle Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE. Costo della passeggiata 25 euro a persona.  (escluso l’eventuale pranzo al sacco)

PRENOTAZIONI: Antonio 328 1868100 – Alessandra 347 0056327 – Whatsapp 324 7771811 – Email: percorsiselvaggi@gmail.com

Il Trekking sulle Creste di Pescasseroli è una esperienza veramente indimenticabile. Nella versione da noi proposta si tratta di un Trekking Residenziale, nel senso che si torna sul punto di partenza, quindi un percorso ad anello. Volendo si potrebbe organizzare anche come Trekking Itinerante, utilizzando questo tragitto per raggiungere il paese di Villavallelonga nella Marsica, oppure il paese di San Donato Val di Comino nel versante Laziale del Parco (questa seconda ipotesi richiede qualche ora di cammino in più). Per iniziare l’escursione, si può partire direttamente a piedi dal centro del paese, oppure effettuando un piccolo spostamento in automobile. L’itinerario può essere svolto sia in senso orario che antiorario. Noi vi raccontiamo il percorso in senso orario. La passeggiata comincia nei boschi della Difesa di Pescasseroli e continua fino al Santuario di Monte Tranquillo a circa 1600 metri di altitudine. Lasciato il Santuario si comincia l’ascesa verso le Creste. Le Creste sono una piccola catena montuosa ininterrotta che separa in parte l’Abruzzo dal Lazio. La prima Cima che si raggiunge è quella del Monte Pietroso, poi Il Monte della Strega (1909 m), La Rocca, il Picco La Rocca e infine si arriva al rifugio di Iorio. Questo bivacco da noi viene chiamato il Rifugio di Tre Confini, infatti in questo punto si incrociano i territori dei comuni di Pescasseroli e Villavallelonga (Abruzzo) con quello di  Campoli Appennino (Lazio). Lungo tutto il percorso in cresta si può godere di un panorama davvero unico con la particolarità che se si guarda da un lato c’è l’Abruzzo, mentre dall’altro c’è il Lazio. Per tornare in paese da Rifugio di Iorio occorrono circa due ore. Dal punto di vista faunistico, questo itinerario è molto interessante, infatti si possono avvistare l’Orso Bruno Marsicano e il Lupo Appenninico, oltre a Cervi, Cinghiali, Caprioli e molti rapaci